Accesso ai servizi

Morfologia

Borgo di sommità delle Rocche (quota 381 mt) è il secondo comune, dopo Bra, ad essere attraversato dal Grande Sentiero del Roero, percorrendolo da sud-ovest verso nord-est. Il suo territorio si estende su 17,39 Km², presenta -come tutti i territori attraversati dalle rocche- una netta separazione tra depositi marini, a sud-est di questa formazione, e depositi di natura continentale a nord-ovest.


La conformazione del paese è quella classica del ‘borgo di sommità’, con il suo nucleo centrale arroccato sulla collina. Le case sono disseminate ai lati della strada centrale detta via Cavour che si snoda in salita fino al termine del paese dove si trovano in successione il Castello, la Confraternita di Sant’Agostino, il municipio (sede del Centro Visita), ed infine la chiesa di SS.Giorgio e Donato (parrocchiale).

Tutt’attorno al paese, ad eccezione del lato che guarda a Tanaro sul cui fondovalle è situata la frazione di Macellai (quota 227 mt.), si sviluppano le Rocche, naturali dirupi, scoscese voragini dai colori aranciati e ocra su cui primeggia il morbido manto verde del bosco roerino, caratterizzato da querce, roveri, roverelle, pini silvestri, robinie, ect. Le rocche di Pocapaglia sono tra le più suggestive di tutto il Roero, particolarmente interessanti quelle della Meinina e della Creusa (rocca dell’Eremita) e gli anfiteatri della Ghia e del Soffranino.